Siddhartha Prestinari (Vedi Galleria Fotografica)

Nel 1983 partecipa al seminario tenuto da Marcel Marceau a Montepulciano. Studia danza (classica, moderna, jazz, afro, flamenco); dizione ed educazione della voce con Carlo Cosolo; dal '90 frequenta i corsi di recitazione (metodo Stanislavskij-Strasberg) tenuti dalla madre Ilza Prestinari diventando nel 2003 sua assistente. Studia, attraverso seminari e full-immertion con coach internazionali come: Greta Seacht; Merilyn Fried, Geraldine Baron, Jack Heller, Juan Carlos Corazza.

Cinema/Teatro/TV
Nel ‘91 č co-protagonista del film “il trittico di Antonello”, in vetrina alla 49° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, regia di F. Crescimone. Con la compagnia RE.MI.DA. lavora in diversi spettacoli di mimo, danza, opere musicali e testi americani tra cui: “Sognar non costa nulla”, “lo zoo di vetro”, “Pantomime”, “I giorni e le notti di BeeBee Fenstermaker”, “Il margine invisibile”. Nel ‘95 č nel film, prodotto da RAI DUE “La storia di Chiara” di A. e A. Frazzi, e nei cortometraggi: “Natasha”, di Marcantonio Graffeo, “La promessa del re” (protagonista) di Davide Pistillo; “il primo bacio” (protagonista), di Alessandro Fraternale. Nel 1999 mette in scena “La voce Umana” di J. Cocteau, per la regia di I. Prestinari, “La lezione” e “la cantatrice calva”di Ionesco, regia di Igor Greco.

>>